Lenti MiyoSmart

Un occhiale per controllare la progressione della Miopia

Ciò a cui stiamo assistendo oggigiorno è uno sviluppo percentuale importante della Miopia tra i difetti visivi a livello globale: recenti studi hanno stimato che entro il 2050 potremmo riscontrare questo difetto nel 50% della popolazione mondiale.

Questa impennata nel suo sviluppo è da ricercarsi sì in fattori genetici (genitori miopi hanno più possibilità di trasmettere il difetto ai figli), ma anche e soprattutto in fattori ambientali e comportamentali: la crescente propensione a passare gran parte della nostra vita ad osservare oggetti/persone a distanze sempre più ravvicinate (smartphone, didattica a distanza, smart working, televisioni osservate a meno di due metri, uffici di modeste dimensioni...), sta generando un'abitudine dei nostri occhi a focalizzare a distanze sempre più vicine, perdendo la visione nitida per lontano.

 

Quando la Miopia si presenta in età infantile, il rischio è che essa raggiunga valori elevati in età adulta è elevato: tale difetto aumenta mediamente di 0,6 diottrie l'anno nella fascia di età fra gli 8 e i 15 anni, e spesso non si arresta totalmente fino ai 26 anni.

children-less-time-outside.jpg
myopia-control-with-orthok.jpg

Si è dunque reso necessario trovare una soluzione che potesse ridurre la progressione di questo difetto, e che fosse adatta a bambini di tutte le età, in modo da poter iniziare la correzione quanto prima.

Per farlo ci si è chiesti cosa portasse l'occhio a sviluppare questa Miopia: si è capito che il problema principale è che l'occhio di una persona miope tende ad allungarsi molto più dello standard nel corso della vita; tale crescita è indotta dal fatto che un occhio Miope presenta un potere a livello della retina centrale maggiore rispetto a quello della sua retina periferica. Questo fa sì che quando l'immagine è ben a fuoco sulla retina centrale (condizione ottimale per una visione nitida), non lo sia invece sulla retina periferica. L'occhio tenta perciò di riportare a fuoco l'immagine periferica, ma per farlo può solo allungarsi, perdendo però così la giusta focalizzazione centrale, che genera l'aumento della miopia.

Si crea quindi un circolo vizioso, per il quale ogni volta che si ripristina la corretta visione per lontano l'occhio sviluppa un allungamento che finisce per peggiorarla nuovamente, incrementando il difetto. Il problema sembrava insormontabile, fino alla creazione delle Lenti MiyoSmart.

Queste lenti sono costruite in modo che la zona centrale della lente presenti il giusto potere correttivo per la retina centrale, dando quindi la visione perfetta per lontano al portatore.

attorno a questa zona centrale, si ha una zona periferica dove si ha un'alternanza di piccolissime "celle" (grandi circa 1 millimetro l'una), alcune aventi il corretto potere per lontano, altre aventi un potere di +3,50 diottrie.

Questa conformazione fa sì che le celle con il corretto potere per lontano facciano focalizzare la radiazione sulla zona centrale della retina, adibita alla visione per lontano, mentre quelle con il potere di +3,50 facciano cadere la radiazione sulla retina periferica, evitando che l'occhio debba allungarsi per riportare la giusta focalizzazione periferica.

Ridurre la crescita anatomica dell'occhio significa quindi ridurre lo sviluppo della Miopia stessa.

Tale riduzione è stimata mediamente intorno al 59% (significa che un bambino che dovrebbe arrivare in età adulta a circa 8 diottrie di miopia si potrebbe fermare intorno alle 3,50 diottrie se iniziasse il trattamento agli esordi del difetto visivo).

miyosmart_edited.jpg
unnamed.jpg

Per il loro corretto funzionamento sono essenziali alcune condizioni:

- Il trattamento deve essere iniziato quanto prima, agli esordi dello sviluppo della Miopia, o si rischia di avere risultati molto più modesti;

- L'occhiale deve essere indossato in maniera continuativa durante la giornata, anche in caso di attività sportiva, o si rischia che le ore passate senza la giusta correzione portino comunque all'aumento della miopia;

- Il trattamento deve essere continuativo per l'età infantile ed adolescenziale per avere il massimo dell'efficacia, perché se interrotto nella fascia di età di maggior sviluppo del difetto visivo, il rischio è di non ottenere un risultato soddisfacente.

Per ulteriori chiarimenti non esitare a contattarci: in questo caso come non mai è bene "Non rimandare a domani ciò che puoi fare Oggi".

Negozio specializzato in Ottica, Optometria e Contattologia | Fotografia e Stampa di Foto